FAI e San Fruttuoso: una profonda insenatura nel Parco di Portofino Tour Liguria by Volver, specializzati nell'organizzazione di tour ed esperienze in Liguria, sia per gruppi che per individuali

  • FAI e San Fruttuoso: una profonda insenatura nel Parco di Portofino

Il Parco di Portofino regala scenari suggestivi su alcuni tra i borghi marinari più affascinanti del mondo: i colori allegri e accesi dei palazzi finiscono per incantare visitatori provenienti da ogni parte del globo. Le insenature creano un ricco dedalo di scorci panoramici in cui la vista sul litorale diviene la chiave di lettura da cui scoprire la storia, l’architettura e la carica affettiva che questi luoghi riescono a trasmettere a milioni di persone ogni anno.

Fra le meraviglie meno note del Parco di Portofino trionfa l’Abbazia di San Fruttuoso, la perla turistica del borgo omonimo. Tornerai indietro nel tempo per tratteggiare la storia e la bellezza di un luogo ricco di eterno fascino, in cui le possibilità di scoprire la vera essenza del litorale ligure si mescolano sapientemente alla ricchezza di paesaggi mozzafiato: ecco cosa sapere per un tour ricco di cultura e divertimento.

 

Visitare San Fruttuoso: una gita alla scoperta della storia ligure

 

Nel cuore del Parco Naturale Regionale di Portofino si apre una vista suggestiva sul piccolo borgo di San Fruttuoso: formato da una piccola spiaggia, da una chiesa e dalla Torre dei Doria, la location è circondata dalle casette dei pescatori che sono soliti affrontare ogni giorno le sfide del mare bluastro che ne lambisce le coste.

 

Due sono le alternative con cui raggiungere la location:

 

• organizzare un trekking a piedi che conduce da Camogli attraverso i sentieri a lato del monte;

• mediante il battello per San Fruttuoso che parte ogni giorno da Camogli, da Genova o dalle città del Tigullio.

 

Il cuore della destinazione è l’Abbazia di San Fruttuoso: il monastero benedettino ha saputo creare una ricca commistione fra tradizione laica e religiosa. Lo stile romanico riesce a tratteggiare il gusto estetico tipico della nostra cara Italia, mentre il marmo bianco e l’ardesia che circonda le ampie vetrate sono il fiore all’occhiello di una ricchezza materica non inferiore a quella spirituale. Al giorno d’oggi, i turisti possono lasciarsi incantare dal Chiostro, dal Museo omonimo e dalle tombe dei Doria contenute nella Torre a loro nominata: ma la gita a San Fruttuoso è appena cominciata!

 

Tour di San Fruttuoso: come e quando organizzarlo?

 

Come abbiamo già detto, la destinazione riesce a suggestionare il visitatore in virtù della forte carica affettiva ed estetica che si respira in un'escursione a San Fruttuoso: le strade circondate dalle piccole abitazioni di pescatori lasciano immaginare lo sfarzo storico dei principi Doria.

La location è immersa in una lussureggiante macchia mediterranea che circonda in maniera incolta le tre spiagge di ciottoli, tutte attrezzate durante la stagione estiva. Dopo aver dedicato tutto il tempo necessario alla visita dell’Abbazia, il consiglio è di uscire in prossimità del litorale per ammirare le acque dell’Area Marina Protetta di Portofino, dove è immersa la statua di bronzo del Cristo degli Abissi, con le tipiche braccia alzate. Per gli appassionati di diving non c’è nulla di meglio che organizzare un'esplorazione avventurosa nelle limpide acque di Portofino.

 

Infine, il tour di San Fruttuoso non può che concludersi con un momento di tradizione culinaria a contatto con le ricette tipiche a base di pescato. La materia prima fresca e immediatamente riconoscibile riesce a conquistare il palato di ogni visitatore, sia italiano che non.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK